La rieducazione posturale si basa su una serie di esercizi mirati a ripristinare una condizione di equilibrio corporeo, a livello muscolare e scheletrico.

Interviene sulle zone dove si presentano tensioni e squilibri per riportare armonia e benessere e lo fa attraverso degli esercizi fisici mirati.  

Dolore, blocchi articolari, tensioni muscolari, sono messaggi che manda il corpo per segnalare situazioni di disequilibrio e la rieducazione posturale si prefigge l’obiettivo di ripristinare l’equilibrio perduto.

Si rivela indispensabile in presenza di problemi alla colonna vertebrale o disturbi legati a una scorretta postura. Risulta essere un utile trattamento in presenza di scoliosi, lombalgie, ernie, sciatalgie, artrosi e cervicalgie o in caso di riabilitazione post operatoria quando l’intervento chirurgico è andato ad intervenire su alcuni distretti muscolari o articolari.

Se è vero che normalmente si ricorre alla rieducazione posturale in caso di dolori, blocchi e tensioni, è anche vero che è un efficace metodo di prevenzione degli stessi, lavorando per tempo su problemi articolari e scheletrico-muscolari. In particolare si rivela utile alle persone sedentarie, che passano molto tempo sedute a una scrivania, ma anche a chi passa parecchie ore in piedi.

Gli esercizi di ginnastica posturale aumentano l’elasticità e la tonicità dei muscoli attraverso posizioni che vanno ad allungare i muscoli. In altri casi migliorano la forza e la resistenza grazie ad attività che vanno a lavorare sullo sviluppo muscolare. Si agisce inoltre sulla respirazione e sulla capacità motoria attraverso tecniche mirate. Alla base di questa disciplina c’è l’azione correttiva sulla postura errata che si tende, spesso inconsapevolmente, ad assumere abitualmente.